Agricoltura: siglato il rinnovo del CCNL Operai Agricoli

         Agricoltura: siglato il rinnovo del CCNL Operai Agricoli     

25 MAG 2022 Le Parti sociali – Confagricoltura, Coldiretti, Cia, Fai-Cisl, Flai-Cgil e Uila-Uil – con comunicato danno notizia della sottoscrizione dell’accordo di rinnovo del CCNL Operai agricoli e florovivaisti avvenuta il 24 maggio 2022

Presso la sede di Confagricoltura, è stato sottoscritto il rinnovo del contratto nazionale degli operai agricoli e florovivaisti, scaduto a dicembre 2021 e in vigore dal 1° gennaio 2022 al 31 dicembre 2025.

Nell’attesa della pubblicazione del testo, le parti firmatarie fanno sapere che “nel rinnovo contrattuale è previsto un aumento salariale del 4,7% nel biennio che sarà erogato in tre tranche:

– il 3% a partire da giugno 2022,
– l’1,2% da gennaio 2023
– lo 0,5 a giugno 2023.

Elemento innovativo è l’impegno ad incontrarsi a settembre 2023 per verificare l’inflazione reale del biennio e rivalutare l’adeguamento economico.
Tra i punti qualificanti del rinnovo si conferma il modello contrattuale che si articola a livello nazionale e provinciale. Per evitare ulteriori futuri ritardi nei rinnovi dei CPL, è stato definito che gli effetti economici abbiano decorrenza nell’ambito del biennio di riferimento.
Grande rilievo viene dato alla bilateralità e al ruolo degli Ebat, con una serie di misure che prevedono il rafforzamento dell’integrazione fra scuola e lavoro e l’accesso prioritario alla formazione e all’informazione sui temi della salute e della sicurezza. É stata inoltre inserita l’opportunità di effettuare un monitoraggio, anche attraverso l’Eban, per verificare le trasformazioni delle casse extra-legem in Ebat e viene rafforzato lo strumento delle convenzioni, utile alla salvaguardia e alla stabilizzazione occupazionale.
Tra le novità in tema di welfare, un’integrazione del 20%, che si aggiunge all’80% attualmente riconosciuto dall’INPS, per i cinque mesi di maternità obbligatoria; per gli operai a tempo indeterminato, il riconoscimento di un assegno di solidarietà non solo per gravi patologie ma anche per interventi chirurgici e l’istituzione della Cassa Rischio Vita; l’aumento da due a tre mesi dell’indennità per lavoratrici vittime di violenza di genere.
Un altro elemento fortemente richiesto dalle parti sociali, e inserito nel contratto, è l’aggiornamento di alcuni profili all’interno della classificazione, in particolar modo per gli operai florovivaisti.”

Condividi:

Altre Notizie

IVA e trasferimento di terreni edificabili

                                             07 LUG 2022 Con la risposta n. 365 del 6 luglio 2022, l’Agenzia delle entrate ha fornito chiarimenti sul trattamento fiscale ai fini Iva relativo al trasferimento di immobili catastalmente individuati come terreni,

Leggi tutto »

ARTIGIANATO: prorogata la prevenzione San.Arti

                                                       Fino al 31 dicembre 2022, i dipendenti delle imprese artigiane iscritti al fondo di assistenza sanitaria San.Arti, possono usufruire gratuitamente di tutti i 4 Pacchetti di prevenzione del Piano

Leggi tutto »

Ristorazione: contributi a favore delle imprese

                                                            06 LUG 2022 Criteri e modalità per l’erogazione di contributi in favore delle imprese operanti nel settore della ristorazione(MISE – Decreto 29 aprile 2022). Il presente decreto

Leggi tutto »

Tutto quello che cerchi è In...Query