Benefit e stock option, comunicazione all’INPS

Certificazione dei redditi corrisposti, Comunicazione Benefit Aziendali entro il 22 febbraio 2021

I datori di lavoro che abbiano corrisposto compensi a titolo di fringe benefit e di stock option al personale cessato dal servizio nel periodo d’imposta 2020 dovranno comunicare telematicamente all’Istituto Previdenziale, entro il 22 febbraio 2021, i rispettivi valori al fine di poter correttamente implementare le Certificazioni Uniche 2021. Le indicazioni amministrative, rese note con il messaggio INPS 29 gennaio 2021, n. 416, sono idonee a far svolgere all’INPS il ruolo di sostituto d’imposta in applicazione del principio di onnicomprensività previsto dall’art. 51, comma 1, Decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917.

Condividi:

Altre Notizie

FSBA e assegno ordinario D.L. Sostegni

Pubblicato sul sito web del Fondo di Solidarietà Bilaterale per l’Artigianato (FSBA)  l’aggiornamento del manuale operativo per le prestazioni erogate dal Fondo relativamente alle domande di assegno ordinario previste dal Decreto Legge 22 marzo, n. 41. Il Fondo comunica che i datori di lavoro devono presentare una nuova

Leggi tutto »

Food delivery, accordo contro il caporalato

Il 24 marzo 2021 è stato sottoscritto il protocollo quadro sperimentale contro il caporalato e l’intermediazione illecita nel settore del food delivery. In considerazione dello sviluppo sempre più marcato del settore e dei forti rischi di intermediazione illecita, nonché della progressiva evoluzione dei profili giuslavoristici, le

Leggi tutto »

Congedo Covid 2021, istruzioni INPS

L’INPS ha fornito le prime istruzioni sui congedi indennizzati 2021 riconosciuti ai genitori lavoratori dipendenti dal decreto-legge 13 marzo 2021, n. 30. I dettagli nel messaggio n. 1276 del 25 marzo 2021. Relativamente ai genitori lavoratori dipendenti con figli conviventi minori di anni 14 o con figli disabili gravi

Leggi tutto »

Dal Dl Sostegni nuove integrazioni salariali

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto Legge 23 marzo 2021, n. 41, l’esecutivo ha rinnovato i trattamenti di integrazione salariale connessi all’emergenza epidemiologica da Covid-19, prevedendo ulteriori tredici settimane per le imprese del settore industriale e ventotto settimane per le imprese del commercio

Leggi tutto »

Tutto quello che cerchi è In...Query