Bonus 200 euro ai dipendenti: compilazione Uniemens

    

                                    

    

14 GIU 2022 L’Inps fornisce le istruzioni sulla modalità di esposizione sull’Uniemens del credito attribuito ai datori di lavoro in relazione all’indennità una tantum di 200 euro corrisposta ai propri dipendenti nel mese di luglio 2022. (Messaggio 13 giugno 2022, n. 2397).

Nell’ambito delle misure urgenti adottate in materia di politiche energetiche nazionali, produttività delle imprese e attrazione degli investimenti, nonché in materia di politiche sociali e di crisi Ucraina è stato previsto il riconoscimento di un’indennità una tantum di 200 euro (Bonus 200 euro) a gran parte dei lavoratori.
Ai lavoratori dipendenti il Bonus 200 euro è riconosciuto per il tramite dei datori di lavoro nella retribuzione erogata nel mese di luglio 2022, a condizione che non siano titolari di pensione o assegno sociale, di trattamenti di invalidità civile o accompagnamento, né beneficiari di reddito di cittadinanza ed abbiano beneficiato dell’esonero contributivo dello 0,80 per cento per almeno un mese nel periodo gennaio-aprile 2022.
Il Bonus 200 euro è corrisposto dal datore di lavoro in automatico, previa dichiarazione di responsabilità del dipendente di non essere titolare delle suddette prestazioni e di non aver percepito l’indennità presso altri datori di lavoro.
Il credito che il datore di lavoro matura per effetto dell’erogazione del Bonus 200 euro è compensato attraverso la denuncia Uniemens del mese di Luglio 2022.

Nel caso in cui il lavoratore sia titolare di più rapporti di lavoro, il pagamento dell’indennità va richiesto a un solo datore di lavoro, dichiarando a quest’ultimo di non avere fatto analoga richiesta ad altri datori di lavoro.
Nell’ipotesi in cui dovesse risultare, per il medesimo lavoratore dipendente, che più datori di lavoro abbiano compensato il Bonus di 200 euro, l’INPS comunica a ciascun datore di lavoro interessato la quota parte dell’indebita compensazione effettuata, per la restituzione all’Istituto e il recupero verso il dipendente, secondo le istruzioni che verranno fornite con successivo messaggio. In tal caso, l’importo indebitamente riconosciuto al lavoratore, ai fini del recupero, è suddiviso in parti uguali tra i diversi datori di lavoro interessati alla restituzione.

Compilazione UNIEMENS – Sezione <PosContributiva>

I datori di lavoro, al fine di recuperare l’indennità anticipata ai lavoratori, nelle denunce di competenza del mese di luglio 2022, devono valorizzare all’interno di <DenunciaIndividuale>, <DatiRetributivi>, <InfoAggcausaliContrib>, i seguenti elementi:
– nell’elemento <CodiceCausale> deve essere inserito il nuovo valore “L031”, avente il significato di “Recupero indennità una tantum articolo 31 comma 1 decreto-legge 17 maggio 2022, n. 50”;
– nell’elemento <IdentMotivoUtilizzoCausale> deve essere inserito in valore “N”;
– nell’elemento <AnnoMeseRif> deve essere indicato l’anno/mese “07/2022”;
– nell’elemento <ImportoAnnoMeseRif> deve essere indicato l’importo da recuperare.

Compilazione UNIEMENS – Sezione <PosPA>

I datori di lavoro con lavoratori iscritti alla Gestione Pubblica, per il recupero dell’indennità a essi erogata, devono compilare l’elemento <RecuperoSgravi> nel modo seguente:
– nell’elemento <AnnoRif> deve essere inserito l’anno 2022;
– nell’elemento <MeseRif> deve essere inserito il mese 07;
– nell’elemento <CodiceRecupero> deve essere inserito il valore “35”, avente il significato di “Recupero indennità una tantum articolo 31 comma 1 decreto-legge 17 maggio 2022, n. 50”;
– nell’elemento <Importo> deve essere indicato l’importo da recuperare.

Compilazione UNIEMENS – Sezione <PosAgri>

I datori di lavoro agricoli, al fine di recuperare l’indennità corrisposta ai lavoratori, nelle denunce Posagri delle competenze del mese di luglio 2022 devono valorizzare in <DenunciaAgriIndividuale> l’elemento <TipoRetribuzione> con il <CodiceRetribuzione> “9”, avente il significato di “Recupero indennità una tantum articolo 31 comma 1 decreto-legge 17

maggio 2022, n. 50”.
Per gli elementi <TipoRetribuzione> che espongono il predetto <CodiceRetribuzione> “9” deve essere valorizzato unicamente l’elemento <Retribuzione> con l’importo dell’indennità una tantum da recuperare.

Condividi:

Altre Notizie

IVA e trasferimento di terreni edificabili

                                             07 LUG 2022 Con la risposta n. 365 del 6 luglio 2022, l’Agenzia delle entrate ha fornito chiarimenti sul trattamento fiscale ai fini Iva relativo al trasferimento di immobili catastalmente individuati come terreni,

Leggi tutto »

ARTIGIANATO: prorogata la prevenzione San.Arti

                                                       Fino al 31 dicembre 2022, i dipendenti delle imprese artigiane iscritti al fondo di assistenza sanitaria San.Arti, possono usufruire gratuitamente di tutti i 4 Pacchetti di prevenzione del Piano

Leggi tutto »

Tutto quello che cerchi è In...Query