Bonus Covid, INPS sanzionata dal Garante

L’Istituto ha usato informazioni non necessarie rispetto alle finalità di controllo

A seguito delle notizie che hanno riguardato il trattamento dei dati di determinate categorie di richiedenti il Bonus Covid, il Garante per la Protezione dei Dati Personali ha avviato un’istruttoria conclusasi con l’adozione di una sanzione pari ad euro 300.000 nei confronti dell’Istituto Previdenziale. La mancata definizione dei criteri del trattamento, l’uso di informazioni non necessarie alle finalità di controllo, il ricorso a dati non corretti o incompleti, la inadeguata valutazione dei rischi per la privacy sono le motivazioni della contestazione mossa nei confronti dell’INPS. L’Istituto previdenziale, pur operando i dovuti controlli a tutela dell’interesse pubblico rilevante – idonea base giuridica per il trattamento dei dati richiesti -, non ha dimostrato di aver messo in atto le prescrizioni del Regolamento Europeo in materia di privacy, violando i principi di privacy by design, privacy by default e accountability.

Condividi:

Altre Notizie

FSBA e assegno ordinario D.L. Sostegni

Pubblicato sul sito web del Fondo di Solidarietà Bilaterale per l’Artigianato (FSBA)  l’aggiornamento del manuale operativo per le prestazioni erogate dal Fondo relativamente alle domande di assegno ordinario previste dal Decreto Legge 22 marzo, n. 41. Il Fondo comunica che i datori di lavoro devono presentare una nuova

Leggi tutto »

Food delivery, accordo contro il caporalato

Il 24 marzo 2021 è stato sottoscritto il protocollo quadro sperimentale contro il caporalato e l’intermediazione illecita nel settore del food delivery. In considerazione dello sviluppo sempre più marcato del settore e dei forti rischi di intermediazione illecita, nonché della progressiva evoluzione dei profili giuslavoristici, le

Leggi tutto »

Congedo Covid 2021, istruzioni INPS

L’INPS ha fornito le prime istruzioni sui congedi indennizzati 2021 riconosciuti ai genitori lavoratori dipendenti dal decreto-legge 13 marzo 2021, n. 30. I dettagli nel messaggio n. 1276 del 25 marzo 2021. Relativamente ai genitori lavoratori dipendenti con figli conviventi minori di anni 14 o con figli disabili gravi

Leggi tutto »

Dal Dl Sostegni nuove integrazioni salariali

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto Legge 23 marzo 2021, n. 41, l’esecutivo ha rinnovato i trattamenti di integrazione salariale connessi all’emergenza epidemiologica da Covid-19, prevedendo ulteriori tredici settimane per le imprese del settore industriale e ventotto settimane per le imprese del commercio

Leggi tutto »

Tutto quello che cerchi è In...Query