Definizione agevolata liti pendenti: applicabilità in sede di controllo automatizzato

    

                                            

    

22 LUG 2022 La definizione agevolata liti pendenti di cui all’art. 6, D.L. n. 119 del 2018 è applicabile alla controversia relativa a cartella emessa in sede di controllo automatizzato di cui all’art. 36-bis, D.P.R. n. 600/1973 (Corte di cassazione – Ordinanza 19 luglio 2022, n. 22588).

Il caso di specie si riferisce ad un ricorso di un contribuente avverso una cartella di pagamento emessa dall’Agenzia delle entrate a seguito di controllo formale dell’Ufficio ai sensi dell’art. 36-bis, D.P.R. n. 600/1973.

A riguardo l’Agenzia delle Entrate contestava l’applicabilità della definizione agevolata di cui all’art. 6, D.L. n. 119/2018; di contro, i giudici della Corte hanno chiarito che in tema di definizione agevolata, anche il giudizio avente ad oggetto l’impugnazione della cartella emessa in sede di controllo automatizzato ai sensi dell’art. 36 bis, D.P.R. n. 600/1973, con la quale l’Amministrazione finanziaria liquida le imposte calcolate sui dati forniti dallo stesso contribuente, dà origine a una controversia suscettibile di definizione ai sensi dell’art. 6 del D.L. n. 119/2018, conv. dalla L. n. 136/2018, qualora la predetta cartella costituisca il primo ed unico atto col quale la pretesa fiscale è comunicata al contribuente, essendo come tale impugnabile, non solo per vizi propri, ma anche per motivi attinenti al merito della pretesa impositiva.

Nella specie la cartella di pagamento costituisce il primo ed unico atto col quale la pretesa fiscale è stata comunicata al contribuente ed è stata emessa proprio a seguito di accertamento formale dell’Agenzia delle entrate in relazione ad un credito d’imposta indicato nel modello unico del 2013 come credito dell’anno precedente, la cui indicazione nella dichiarazione del 2012 era stata omessa.

Viene accolto quindi il ricorso della contribuente avverso il diniego di definizione agevolata della controversia, sul rilievo che la contribuente ha adempiuto correttamente agli adempimenti prescritti dall’art. 6 del D.L. n. 119/2018, convertito in L. n. 136/2018.

Condividi:

Altre Notizie

Approvato il decreto Aiuti-bis

                                                  ”      05 AGO 2022 La Presidenza del Consiglio dei Ministri, con il comunicato del 4 agosto 2022, n. 92, rende noto che è stato approvato il decreto-legge che introduce

Leggi tutto »

Tutto quello che cerchi è In...Query