EDILIZIA ARTIGIANATO VENETO: elemento variabile della retribuzione

 

    

Con accordo del 21 luglio 2022, sono state date alcune specifiche sull’Elemento variabile della retribuzione – E.V.R. erogato dalle imprese artigiane edili del Veneto.

Con il citato accordo s’intendono introdurre chiarimenti ed integrazioni in merito all’art. 18 del CIRL vigente sull’Elemento variabile della retribuzione – E.V.R.

L’erogazione dell’EVR è prevista per i dipendenti delle imprese edili, che applicano II CIRL Artigianato Veneto Edilizia, in forza all’impresa che lo corrisponde, durante il periodo di maturazione e alla data del 1° gennaio dell’anno di erogazione.

Nel caso in cui il dipendente in forza nei periodo di maturazione cessi il rapporto antecedentemente alla data del 1° gennaio dell’anno di erogazione e venga riassunto nella medesima impresa successivamente al 1° gennaio, allo stesso spetta l’EVR se risulta ancora In forza presso l’impresa che lo corrisponde. In questo caso I’EVR verrà riproporzionato in base ai mesi di durata del rapporto dì lavoro durante il periodo di maturazione, considerando l’essere in forza come da riscontro nel Libro Unico Lavoro per frazione pari o superiore a 15 giorni di calendario.

Nel caso in cui il dipendente cessi il rapporto di lavoro durante il periodo di maturazione e venga ad essere successivamente assunto nella medesima annualità presso la stessa azienda, l’EVR verrà comunque erogato riproporzionandolo in base al mesi di durata dei rapporti di lavoro nel periodo preso a riferimento, considerando l’essere in forza come da riscontro nel Libro Unico Lavoro per frazione pari o superiore a 15 giorni di calendario.

 

Condividi:

Altre Notizie

CCNL Gas-Acqua: sottoscritta l’ipotesi di accordo

                                                       Raggiunta, il 30 settembre 2022, tra Anfida, Proxigas, Utilitalia e Filctem Cgil, Femca Cisl, Uiltec Uil, l’intesa per il rinnovo del CCNL del settore Gas-Acqua scaduto il 31 dicembre

Leggi tutto »

Tutto quello che cerchi è In...Query