Ferie e indennità sostitutiva: imponibile ai fini INPS

Indennità sostituiva delle ferie: imponibile ai fini contributivi. A stabilirlo una recente sentenza della Corte di Cassazione.

Ferie: l’indennità sostitutiva erogata per mancata fruizione del periodo feriale è imponibile ai fini INPS. A stabilirlo con una sentenza (la n.26160 del 17 novembre 2020) è la Corte di Cassazione secondo la quale laddove sia decorso il termine previsto dall’art. 10 del D.Lgs. n. 66/2003, il relativo importo costituisce base contributiva imponibile anche se il rapporto di lavoro non è ancora cessato. È irrilevante, infatti, che l’indennità possa essere monetizzata solo alla cessazione del rapporto di lavoro.
Per quanto riguarda la fruizione delle ferie, la legge stabilisce che le prime due settimane devono essere fruite entro l’anno di maturazione mentre le restanti due settimane devono essere fruite nei 18 mesi successivi al termine di tale anno. La norma, inoltre, pone in capo al datore di lavoro il divieto di monetizzazione delle ferie non godute dal lavoratore prima della cessazione del rapporto di lavoro.
Gli ermellini hanno dunque affermato che la cessazione del rapporto di lavoro non rappresenta il presupposto costitutivo del credito contributivo, il quale si perfeziona in ogni caso a partire dal 18esimo mese successivo al mancato godimento delle ferie da parte dei lavoratori.
Dunque che la prestazione lavorativa resa in un periodo da destinare al riposo incide sugli oneri di finanziamento del sistema previdenziale posti a carico dell’impresa e integra il presupposto dell’obbligo richiesto, restando irrilevanti le vicende del rapporto di lavoro. Non rileva, dunque, che l’indennità sostitutiva possa essere materialmente erogata al lavoratore solo dopo la cessazione del rapporto stesso.

Condividi:

Altre Notizie

FSBA e assegno ordinario D.L. Sostegni

Pubblicato sul sito web del Fondo di Solidarietà Bilaterale per l’Artigianato (FSBA)  l’aggiornamento del manuale operativo per le prestazioni erogate dal Fondo relativamente alle domande di assegno ordinario previste dal Decreto Legge 22 marzo, n. 41. Il Fondo comunica che i datori di lavoro devono presentare una nuova

Leggi tutto »

Food delivery, accordo contro il caporalato

Il 24 marzo 2021 è stato sottoscritto il protocollo quadro sperimentale contro il caporalato e l’intermediazione illecita nel settore del food delivery. In considerazione dello sviluppo sempre più marcato del settore e dei forti rischi di intermediazione illecita, nonché della progressiva evoluzione dei profili giuslavoristici, le

Leggi tutto »

Congedo Covid 2021, istruzioni INPS

L’INPS ha fornito le prime istruzioni sui congedi indennizzati 2021 riconosciuti ai genitori lavoratori dipendenti dal decreto-legge 13 marzo 2021, n. 30. I dettagli nel messaggio n. 1276 del 25 marzo 2021. Relativamente ai genitori lavoratori dipendenti con figli conviventi minori di anni 14 o con figli disabili gravi

Leggi tutto »

Dal Dl Sostegni nuove integrazioni salariali

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto Legge 23 marzo 2021, n. 41, l’esecutivo ha rinnovato i trattamenti di integrazione salariale connessi all’emergenza epidemiologica da Covid-19, prevedendo ulteriori tredici settimane per le imprese del settore industriale e ventotto settimane per le imprese del commercio

Leggi tutto »

Tutto quello che cerchi è In...Query