Giusta causa se si utilizza abusivamente l’auto aziendale

Confermato il licenziamento disciplinare del dipendente per abusivo ottenimento ed utilizzo dell’auto concessa alla datrice di lavoro.

La Cassazione ha recentemente confermato il licenziamento disciplinare irrogato da una Fondazione ad un proprio dipendente che aveva abusivamente ottenuto e utilizzato, durante le ferie, un’auto della società partner della datrice di lavoro.
Il lavoratore si era servito dell’autovettura per tutto il periodo delle ferie estive sino al momento della restituzione, appositamente sollecitata dalla concedente/comodante, oltre la scadenza del rapporto di godimento. Non avendo peraltro adeguatamente segnalato, tramite la consegna di un corretto modulo di constatazione amichevole, un sinistro stradale che lo aveva visto coinvolto, per sua colpa, nel periodo che aveva utilizzato la vettura.
La Suprema corte (ordinanza n. 24601 del 4 novembre 2020) ha respinto il ricorso promosso dal dipendente il quale, tra i motivi di doglianza, aveva lamentato la mancanza di proporzionalità tra la sanzione disciplinare e l’infrazione contestata. Gli Ermellini, in particolare, hanno ricordato come l’accertamento della ricorrenza, in concreto, degli elementi che integrano il parametro normativo e le sue specificazioni e della loro concreta attitudine a costituire giusta causa di licenziamento, è sindacabile nel giudizio di legittimità, “a condizione che la contestazione non si limiti ad una censura generica e meramente contrappositiva, ma contenga una specifica denuncia di incoerenza rispetto agli “standards” conformi ai valori dell’ordinamento esistenti nella realtà sociale”.
Per come confermato dalla costante giurisprudenza di legittimità – si legge, inoltre, nella decisione – il licenziamento disciplinare è giustificato nei casi in cui i fatti attribuiti al prestatore d’opera rivestano il carattere di grave violazione degli obblighi del rapporto di lavoro, tale da ledere irrimediabilmente l’elemento fiduciario.

Condividi:

Altre Notizie

FSBA e assegno ordinario D.L. Sostegni

Pubblicato sul sito web del Fondo di Solidarietà Bilaterale per l’Artigianato (FSBA)  l’aggiornamento del manuale operativo per le prestazioni erogate dal Fondo relativamente alle domande di assegno ordinario previste dal Decreto Legge 22 marzo, n. 41. Il Fondo comunica che i datori di lavoro devono presentare una nuova

Leggi tutto »

Food delivery, accordo contro il caporalato

Il 24 marzo 2021 è stato sottoscritto il protocollo quadro sperimentale contro il caporalato e l’intermediazione illecita nel settore del food delivery. In considerazione dello sviluppo sempre più marcato del settore e dei forti rischi di intermediazione illecita, nonché della progressiva evoluzione dei profili giuslavoristici, le

Leggi tutto »

Congedo Covid 2021, istruzioni INPS

L’INPS ha fornito le prime istruzioni sui congedi indennizzati 2021 riconosciuti ai genitori lavoratori dipendenti dal decreto-legge 13 marzo 2021, n. 30. I dettagli nel messaggio n. 1276 del 25 marzo 2021. Relativamente ai genitori lavoratori dipendenti con figli conviventi minori di anni 14 o con figli disabili gravi

Leggi tutto »

Dal Dl Sostegni nuove integrazioni salariali

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto Legge 23 marzo 2021, n. 41, l’esecutivo ha rinnovato i trattamenti di integrazione salariale connessi all’emergenza epidemiologica da Covid-19, prevedendo ulteriori tredici settimane per le imprese del settore industriale e ventotto settimane per le imprese del commercio

Leggi tutto »

Tutto quello che cerchi è In...Query