Lavoro intermittente e contrattazione collettiva

La contrattazione collettiva non può impedire l’utilizzo di tale tipologia contrattuale

L’Ispettorato Nazionale del Lavoro, con la circolare n. 1 dell’8.2.2021, ha chiarito che la contrattazione collettiva è chiamata a individuare le esigenze che giustificano il ricorso al lavoro intermittente ma non ha il potere di impedire l’utilizzo di tale tipologia di lavoro. Il nuovo pronunciamento rende superato l’interpello del Ministero del lavoro n. 37 del 2008 e si adegua alla giurisprudenza di Cassazione (vedi la sentenza n. 29423 del 13 novembre 2019).
La sentenza citata evidenzia che l’art. 34, comma 1, d.lgs n. 276 del 2003, si limita a demandare alla contrattazione collettiva l’individuazione delle esigenze per le quali è consentita la stipula di un contratto a prestazioni discontinue, ma non riconosce alle parti sociali il potere di impedire l’utilizzo di tale tipologia contrattuale.
Il compito delle parti sociali è, infatti, esclusivamente quello di individuare nell’ambito del settore di riferimento quelle situazioni o quelle attività discontinue per le quali meglio si adatta il particolare rapporto di lavoro intermittente.

Condividi:

Altre Notizie

FSBA e assegno ordinario D.L. Sostegni

Pubblicato sul sito web del Fondo di Solidarietà Bilaterale per l’Artigianato (FSBA)  l’aggiornamento del manuale operativo per le prestazioni erogate dal Fondo relativamente alle domande di assegno ordinario previste dal Decreto Legge 22 marzo, n. 41. Il Fondo comunica che i datori di lavoro devono presentare una nuova

Leggi tutto »

Food delivery, accordo contro il caporalato

Il 24 marzo 2021 è stato sottoscritto il protocollo quadro sperimentale contro il caporalato e l’intermediazione illecita nel settore del food delivery. In considerazione dello sviluppo sempre più marcato del settore e dei forti rischi di intermediazione illecita, nonché della progressiva evoluzione dei profili giuslavoristici, le

Leggi tutto »

Congedo Covid 2021, istruzioni INPS

L’INPS ha fornito le prime istruzioni sui congedi indennizzati 2021 riconosciuti ai genitori lavoratori dipendenti dal decreto-legge 13 marzo 2021, n. 30. I dettagli nel messaggio n. 1276 del 25 marzo 2021. Relativamente ai genitori lavoratori dipendenti con figli conviventi minori di anni 14 o con figli disabili gravi

Leggi tutto »

Dal Dl Sostegni nuove integrazioni salariali

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto Legge 23 marzo 2021, n. 41, l’esecutivo ha rinnovato i trattamenti di integrazione salariale connessi all’emergenza epidemiologica da Covid-19, prevedendo ulteriori tredici settimane per le imprese del settore industriale e ventotto settimane per le imprese del commercio

Leggi tutto »

Tutto quello che cerchi è In...Query