Linee Guida programmazione e attuazione percorsi IeFP e IFTS in modalità duale

    

                                                                   

    

22 ago 2022 Con lafirma del ministro del lavoro al Decreto n. 139 del 2 agosto 2022, sono state adottate le “Linee Guida per la programmazione e attuazione dei percorsi di Istruzione e Formazione Professionale (IeFP) e di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore (IFTS) in modalità duale”, in recepimento dell’Accordo in sede di Conferenza permanente per i rapporti tra Stato, Regioni e Province Autonome di Trento e Bolzano del 27 luglio scorso (Comunicato Ministero lavoro 17 agosto 2022).

Gli “erogabili” nell’ambito dell’Investimento 1.4 del PNRR “Sistema duale” riguardano:
– percorsi duali aggiuntivi rispetto all’offerta di IeFP duale finanziata con risorse ordinarie;
– percorsi di conversione in duale dell’offerta di IeFP ordinamentale finanziata con risorse ordinarie;
– percorsi extra diritto-dovere, organizzati in modalità duale (apprendistato o alternanza rafforzata) finalizzati all’acquisizione di una qualificazione di IeFP o di IFTS o di una certificazione di singole unità di competenza delle suddette qualificazioni;
– percorsi duali in sussidiarietà attuati negli Istituti Professionali ai sensi del D.Lgs. n. 61/2017.
Inoltre, le Regioni e le Province Autonome possono attivare interventi integrativi individuali o individualizzati di orientamento o di formazione allo scopo di favorire l’accessibilità all’offerta formativa e la personalizzazione dei percorsi, potenziare l’individuazione di destinatari con specifiche caratteristiche, sostenere interventi di contrasto all’insuccesso formativo.
Sulla base delle norme che regolano il Sistema duale lo sono:
– giovani soggetti al diritto-dovere all’istruzione e formazione, compresi coloro che, in continuità di studio, frequentano percorsi anche oltre al compimento del 18esimo anno di età;
– giovani che hanno assolto o sono prosciolti dal diritto-dovere e si iscrivono al IV anno dei percorsi di IeFP o proseguono gli studi per acquisire il diploma di istruzione secondaria superiore di secondo grado o il certificato di specializzazione tecnica superiore, ai sensi dell’art. 43 del D.Lgs. n. 81/2015;
– giovani da 17 a 25 anni che hanno assolto o sono stati prosciolti dal diritto-dovere all’istruzione, privi di titolo di studio di istruzione secondaria di secondo grado e che, anche a seguito di eventuali interventi di riconoscimento di crediti formativi in ingresso, si iscrivono ai percorsi duali, anche con contratto di apprendistato di I livello, volti al conseguimento di una qualificazione di IeFP o di IFTS e con esclusione del contratto di apprendistato di I livello, di una certificazione di singole unità di competenza delle suddette qualificazioni, in coerenza con quanto previsto dal Piano Nazionale Nuove Competenze;
– over 17 che hanno assolto o sono stati prosciolti dal diritto-dovere all’istruzione, privi di titolo di studio di istruzione secondaria di primo o di secondo grado che, anche a seguito di interventi di riconoscimento di crediti formativi in ingresso, si iscrivono ai percorsi duali volti al conseguimento di una qualificazione di IeFP o di IFTS o di una certificazione di singole unità di competenza delle suddette qualificazioni.
Le Linee Guida in parola individuano i seguenti soggetti erogatori:
– i soggetti accreditati dalle Regioni per l’erogazione dei percorsi di IeFP, dei percorsi di IFTS e dei percorsi di formazione superiore;
– le istituzioni formative o le scuole professionali provinciali delle Province Autonome di Trento e Bolzano che erogano percorsi di IeFP;
– le Fondazioni ITS, se erogatori di percorsi IFTS;
– gli istituti scolastici e i CPIA che erogano percorsi di IeFP in regime di sussidiarietà.

L’erogazione della formazione in contesto lavorativo può avvenire tramite le modalità didattiche così individuate:
– alternanza simulata, percorsi di apprendimento e/o orientamento in assetto esperienziale simulato presso l’istituzione formativa o nell’ambito di visite in contesti produttivi aziendali, di regola, rivolti ad allievi di età inferiore ai 15 anni, definiti a partire dalle prassi consolidate con la sperimentazione duale;
– alternanza rafforzata, percorsi di apprendimento in assetto esperienziale in impresa, definiti a partire dalle prassi consolidate con la sperimentazione duale nella prospettiva di una progressiva modellizzazione dei percorsi;
– apprendistato duale, percorsi di apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore e il certificate di specializzazione tecnica superiore di cui all’art. 43 del D.Lgs. n. 81/2015.
Ai fini dell’ampliamento dell’offerta formativa e per il raggiungimento del Target finale PNRR, le Linee Guida consentono di individuare ulteriori misure di carattere sperimentale:“Imprenditorialità e transizione digitale”; “Mobilità transnazionale finalizzata all’apprendimento nel contesto di lavoro” e Misure “extra Target”.

Condividi:

Altre Notizie

CCNL Gas-Acqua: sottoscritta l’ipotesi di accordo

                                                       Raggiunta, il 30 settembre 2022, tra Anfida, Proxigas, Utilitalia e Filctem Cgil, Femca Cisl, Uiltec Uil, l’intesa per il rinnovo del CCNL del settore Gas-Acqua scaduto il 31 dicembre

Leggi tutto »

Tutto quello che cerchi è In...Query