Nuovo contratto per i lavoratori della Sanità privata

Rinnovato dopo 14 anni il nuovo CCNL Sanità privata.

Rinnovato dopo 14 anni il CCNL della sanità privata per il quale è stato stabilito un incremento medio mensile pari a 154 euro (categoria D), e un’una tantum di 1.000 € per tutti i lavoratori erogata in due tranche.

In materia di tempi di vestizione/svestizione particolare attenzione merita l’art. 18 del CCNL il quale prevede 14 minuti complessivi destinati a tali attività, comprensivi anche del tempo per dirigersi dallo spogliatoio alla postazione di lavoro e dalla postazione allo spogliatoio e di provvedere al passaggio delle consegne ai colleghi.

Il CCNL prevede inoltre che nel quadro delle modalità dirette a conseguire una maggiore conciliazione tra vita lavorativa e vita familiare, la contrattazione di II livello potrà introdurre l’orario flessibile giornaliero, consistente nell’individuazione di fasce temporali di flessibilità in entrata ed in uscita e che, compatibilmente con le esigenze di servizio, il dipendente possa avvalersi di entrambe le facoltà nell’ambito della medesima giornata.

Da notare è la presenza, all’art. 27, di una disciplina riguardo al lavoro agile (da non confondere con il telelavoro disciplinato all’art. 28) che, in realtà, si limita a rinviare a quanto definito in materia dalla Legge 81/2017, nonché a specificare gli elementi essenziali dell’accordo individuale.

L’art. 33  riconosce inoltre ai lavoratori la possibilità di cedere, a titolo gratuito e su base volontaria, le ferie e le quattro giornate di ferie sostitutive delle festività soppresse maturate, ad altri lavoratori della medesima Struttura per consentire a questi ultimi di assistere i figli minori, parenti ed affini entro il secondo grado, i quali, per le particolari condizioni di salute, necessitino di cure costanti.

Si rammenta che, in ogni caso, la cessione delle ferie deve avvenire nel rispetto di quanto previsto dalla legge e non può riguardare il periodo minimo di ferie di quattro settimane di cui ogni lavoratore deve obbligatoriamente fruire.

Meritevole di attenzione è l’istituzione di un Fondo per l’aggiornamento, la qualificazione e la riqualificazione professionale nonché per il diritto allo studio.

Da evidenziare la trattazione di istituti utilizzabili in periodo di COVID-19: si tratta dei permessi retribuiti previsti per i periodi contumaciali per le malattie infettive, secondo la normativa vigente (art.34 del CCNL) ed il riconoscimento al personale sanitario per ogni giornata di effettivo servizio prestato nei servizi di malattie infettive di un’indennità giornaliera di importo pari a 5,16 euro che passa ad 1,03 euro per il personale ausiliario specializzato, OTA ed OSS.

Condividi:

Altre Notizie

FSBA e assegno ordinario D.L. Sostegni

Pubblicato sul sito web del Fondo di Solidarietà Bilaterale per l’Artigianato (FSBA)  l’aggiornamento del manuale operativo per le prestazioni erogate dal Fondo relativamente alle domande di assegno ordinario previste dal Decreto Legge 22 marzo, n. 41. Il Fondo comunica che i datori di lavoro devono presentare una nuova

Leggi tutto »

Food delivery, accordo contro il caporalato

Il 24 marzo 2021 è stato sottoscritto il protocollo quadro sperimentale contro il caporalato e l’intermediazione illecita nel settore del food delivery. In considerazione dello sviluppo sempre più marcato del settore e dei forti rischi di intermediazione illecita, nonché della progressiva evoluzione dei profili giuslavoristici, le

Leggi tutto »

Congedo Covid 2021, istruzioni INPS

L’INPS ha fornito le prime istruzioni sui congedi indennizzati 2021 riconosciuti ai genitori lavoratori dipendenti dal decreto-legge 13 marzo 2021, n. 30. I dettagli nel messaggio n. 1276 del 25 marzo 2021. Relativamente ai genitori lavoratori dipendenti con figli conviventi minori di anni 14 o con figli disabili gravi

Leggi tutto »

Dal Dl Sostegni nuove integrazioni salariali

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto Legge 23 marzo 2021, n. 41, l’esecutivo ha rinnovato i trattamenti di integrazione salariale connessi all’emergenza epidemiologica da Covid-19, prevedendo ulteriori tredici settimane per le imprese del settore industriale e ventotto settimane per le imprese del commercio

Leggi tutto »

Tutto quello che cerchi è In...Query