Privacy, raccomandazioni dall’Europa

Raccomandazioni dall’European Data Protection Board (EDPB) durante la 41° sessione plenaria

Risalgono al 10 novembre scorso le raccomandazioni dell’European Data Protection Board (EDPB) rese note durante la 41° sessione plenaria.
Emanate le “raccomandazioni 01/2020”, al fine di fornire importanti indicazioni, a favore delle imprese e degli esperti privacy, sulle misure che integrano gli strumenti di trasferimento dei dati per garantire il rispetto del livello UE di protezione dei dati personali. Insieme a queste sono state pubblicate anche le “raccomandazioni 02/2020” sulle “garanzie essenziali europee” in rapporto alle misure di sorveglianza.
Si tratta di documenti adottati dopo la sentenza 16 luglio 2020 “Schrems II” della Corte di giustizia dell’Unione europea, la quale ha previsto, per l’esportatore e per il destinatario di tali dati, l’obbligo di verificare, preliminarmente al trasferimento, se la legislazione del paese terzo garantisca un livello di protezione dei dati personali trasferiti equivalente a quello vigente nello Spazio economico europeo (SEE).
Dalla Corte l’obbligo all’importatore dei dati di informare l’esportatore di qualsiasi impossibilità di conformarsi alle clausole tipo di protezione nonché, ove necessario, a eventuali misure supplementari a quelle offerte dalle clausole, con l’onere, in tal caso, per l’esportatore dei dati, di sospendere il trasferimento degli stessi e/o di risolvere il contratto concluso con l’importatore.
Le “raccomandazioni sulle garanzie essenziali europee”, complementari alle “raccomandazioni sulle misure supplementari”, forniscono agli esportatori di dati elementi utili a stabilire se il quadro giuridico che disciplina in paesi terzi l’accesso delle autorità pubbliche ai dati per fini di sorveglianza configuri un’ingerenza giustificata nei diritti alla vita privata e alla protezione dei dati personali, e quindi non sia in contrasto con gli impegni assunti dall’esportatore e dall’importatore attraverso lo strumento di trasferimento utilizzato fra quelli di cui all’art. 46 del GDPR.

Condividi:

Altre Notizie

FSBA e assegno ordinario D.L. Sostegni

Pubblicato sul sito web del Fondo di Solidarietà Bilaterale per l’Artigianato (FSBA)  l’aggiornamento del manuale operativo per le prestazioni erogate dal Fondo relativamente alle domande di assegno ordinario previste dal Decreto Legge 22 marzo, n. 41. Il Fondo comunica che i datori di lavoro devono presentare una nuova

Leggi tutto »

Food delivery, accordo contro il caporalato

Il 24 marzo 2021 è stato sottoscritto il protocollo quadro sperimentale contro il caporalato e l’intermediazione illecita nel settore del food delivery. In considerazione dello sviluppo sempre più marcato del settore e dei forti rischi di intermediazione illecita, nonché della progressiva evoluzione dei profili giuslavoristici, le

Leggi tutto »

Congedo Covid 2021, istruzioni INPS

L’INPS ha fornito le prime istruzioni sui congedi indennizzati 2021 riconosciuti ai genitori lavoratori dipendenti dal decreto-legge 13 marzo 2021, n. 30. I dettagli nel messaggio n. 1276 del 25 marzo 2021. Relativamente ai genitori lavoratori dipendenti con figli conviventi minori di anni 14 o con figli disabili gravi

Leggi tutto »

Dal Dl Sostegni nuove integrazioni salariali

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto Legge 23 marzo 2021, n. 41, l’esecutivo ha rinnovato i trattamenti di integrazione salariale connessi all’emergenza epidemiologica da Covid-19, prevedendo ulteriori tredici settimane per le imprese del settore industriale e ventotto settimane per le imprese del commercio

Leggi tutto »

Tutto quello che cerchi è In...Query