Ristorazione: contributi a favore delle imprese

    

                                            

    

    

06 LUG 2022 Criteri e modalità per l’erogazione di contributi in favore delle imprese operanti nel settore della ristorazione(MISE – Decreto 29 aprile 2022).

Il presente decreto definisce, in attuazione dell’art. 1, comma 17-ter, del decreto-legge 6 novembre 2021, n. 152, convertito, con modificazioni, dalla legge 29 dicembre 2021, n. 233, le disposizioni necessarie all’attuazione delle misure in favore delle imprese della ristorazione e stabilisce, a tal fine, i criteri e le modalità per il riconoscimento del contributo ivi previsto nonché per la determinazione del relativo ammontare, secondo una prospettiva di coordinamento dell’iniziativa con le ulteriori iniziative adottate per sostenere la ripresa e la continuità dell’attività delle imprese del settore e di contenimento degli oneri amministrativi e documentali a carico delle imprese beneficiarie.
Le risorse, assegnate al fondo istituito nello stato di previsione del Ministero dello sviluppo economico pari a 10 (dieci) milioni di euro per l’anno 2021, sono versate all’Agenzia delle entrate e sono riservate all’attribuzione di contributi a fondo perduto alle imprese:
a) risultate ammissibili ai contributi a fondo perduto riconosciuti a valere sulle risorse di cui all’art. 1-ter, comma 1, del decreto-legge n. 73 del 2021, secondo quanto previsto dalle disposizioni del decreto 30 dicembre 2021;
b) che svolgono, quale attività prevalente, come comunicata con modello AA7/AA9 all’Agenzia delle entrate ai sensi dell’art. 35 del decreto del Presidente della Repubblica 29 ottobre 1972, n. 633, una delle attività individuate dai seguenti codici della classificazione delle attività economiche ATECO 2007:
b.1) 56.10 – Ristoranti e attività di ristorazione mobile;
b.2) 56.21 – Fornitura di pasti preparati (catering per eventi);
b.3) 56.30 – Bar e altri esercizi simili senza cucina.
Le risorse in oggetto sono utilizzate per l’erogazione di un contributo aggiuntivo a favore delle imprese sopra individuate. In particolare:
a) il 70 (settanta) per cento delle predette risorse è ugualmente ripartito tra tutte le imprese;
b) il 20 (venti) per cento delle medesime risorse è ripartito, in via aggiuntiva rispetto all’assegnazione di cui alla lettera a), tra tutte le imprese che presentano un ammontare dei ricavi superiore a euro 100.000,00 (centomila);
c) il restante 10 (dieci) per cento è ripartito, in via aggiuntiva rispetto alle assegnazioni di cui alle lettere a) e b), tra le imprese che presentano un ammontare dei ricavi superiore a euro 300.000,00 (trecentomila).
Ai fini del riparto delle risorse finanziarie disponibili rilevano i ricavi registrati dall’impresa relativi al periodo d’imposta 2019.
Il contributo di cui al presente articolo non concorre alla formazione della base imponibile delle imposte sui redditi, non rileva altresì ai fini del rapporto di cui agli articoli 61 e 109, comma 5, del TUIR, e non concorre alla formazione del valore della produzione netta, di cui al decreto legislativo 15 dicembre 1997, n. 446.
erma restando la presentazione di un’unica istanza per l’accesso alla misura del contributo, quest’ultimo è corrisposto dall’Agenzia delle entrate mediante accreditamento diretto sul conto corrente bancario o postale indicato dal richiedente nell’istanza di accesso unitamente all’importo spettante.
L’operatività delle disposizioni di cui al presente decreto è subordinata alla notifica alla Commissione europea del regime di aiuti e alla successiva approvazione da parte della Commissione medesima. I soggetti beneficiari dei contributi sono tenuti ad adempiere agli obblighi di pubblicazione delle agevolazioni ricevute.
La misura di sostegno disciplinata dal presente decreto è pubblicata sulla piattaforma telematica denominata «Incentivi.gov.it».

Condividi:

Altre Notizie

Approvato il decreto Aiuti-bis

                                                  ”      05 AGO 2022 La Presidenza del Consiglio dei Ministri, con il comunicato del 4 agosto 2022, n. 92, rende noto che è stato approvato il decreto-legge che introduce

Leggi tutto »

Tutto quello che cerchi è In...Query