Rivalutazione del minimale e del massimale di rendita con decorrenza 1° luglio 2022

    

06 set 2022 Il decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali 9 giugno 2022, n. 106 rivaluta le prestazioni economiche erogate dall’Inail nel settore industria con decorrenza 1° luglio 2022 e stabilisce gli importi del minimale e del massimale di rendita nelle misure di euro 17.780,70 e di euro 33.021,30. Sulla base di tali importi, si aggiornano i limiti di retribuzione imponibile per il calcolo dei premi assicurativi da variare secondo la rivalutazione delle rendite (Inail, circolare 2 settembre 2022, n. 33).

I lavoratori con retribuzione convenzionale annuale pari al minimale di rendita sono:
– detenuti e internati;
– allievi dei corsi di istruzione professionale;
– lavoratori impegnati in lavori socialmente utili e di pubblica utilità;
– lavoratori impegnati in tirocini formativi e di orientamento;
– lavoratori sospesi dal lavoro utilizzati in progetti di formazione o riqualificazione professionale;
– giudici onorari di pace e vice procuratori onorari.

    

                dal 1° luglio 2022

                Retribuzione convenzionale mensile

                giornaliera

                euro 59,27

                mensile

                euro 1.481,73

 

Per i familiari partecipanti all’impresa familiare di cui all’articolo 230-bis c.c.:

    

                dal 1° luglio 2022

                Retribuzione convenzionale

                giornaliera

                euro 59,51

                Mensile

                euro 1.487,74

 

Per i lavoratori di società ex compagnie e gruppi portuali di cui alla L 28 gennaio 1994 n. 84:

    

                dal 1° luglio 2022

                Retribuzione convenzionale

giornaliera

x 12 gg. Mensili

                euro 1.325,64

(euro 110,47 x 12)

 

Per i lavoratori dell’area dirigenziale senza contratto part-time:

    

                dal 1° luglio 2022

                Retribuzione convenzionale

                giornaliera                 euro 110,07
                Mensile                 euro 2.751,78

 

Quanto ai lavoratori dell’area dirigenziale con contratto part-time:

    

                dal 1° luglio 2022

                Retribuzione convenzionale oraria

                euro 13,76

 

Dal 1° luglio 2022, la misura del premio annuale a persona aumenta proporzionalmente a euro 2,84 e, quindi, considerando che il periodo assicurativo inizia il 1° novembre e termina il 31 ottobre dell’anno successivo, l’importo dovuto per la regolazione dell’anno scolastico 2021/2022 risulta uguale a euro 2,81 (calcolato sommando 8/12 di euro 2,79 e 4/12 di euro 2,84). Pertanto, in ordine al periodo gennaio – ottobre 2022, in sede di regolazione dei premi per il suddetto periodo, va applicata una integrazione di euro 0,02 rispetto al premio di euro 2,79 già richiesto.
Per gli allievi dei corsi ordinamentali di istruzione e formazione professionale regionali curati dalle istituzioni formative e dagli istituti scolastici paritari (Allievi IeFP), l’importo del premio speciale annuale è posto a carico delle istituzioni formative e degli istituti scolastici paritari, accreditati dalle Regioni.
Detto premio speciale è fissato con riferimento alla retribuzione convenzionale giornaliera pari al minimale di rendita vigente alla data di inizio dell’anno formativo ed è aggiornato automaticamente in relazione alle variazioni apportate all’importo giornaliero di detto minimale:

    

                Anno formativo 2022/2023

                Retribuzione minima giornaliera

                euro 59,27

                Premio speciale unitario annuale

                euro 64,01*

 

Il soprariportato premio speciale annuale non tiene conto dei maggiori rischi lavorativi legati all’attività formativa svolta negli ambienti di lavoro, il cui onere, posto a carico del bilancio dello Stato, è determinato prendendo a riferimento la medesima retribuzione giornaliera utilizzata per calcolare il premio speciale unitario ed è aggiornato automaticamente, nel rispetto del limite di 5 milioni di euro di spesa annui, in relazione alle variazioni apportate alla stessa.
Ne consegue, che la misura dell’onere aggiuntivo posto a carico del bilancio dello Stato è rideterminata in euro 50,86 a decorrere dal 1° settembre 2022, data di inizio dell’anno formativo 2022/2023.

 

Condividi:

Altre Notizie

CCNL Gas-Acqua: sottoscritta l’ipotesi di accordo

                                                       Raggiunta, il 30 settembre 2022, tra Anfida, Proxigas, Utilitalia e Filctem Cgil, Femca Cisl, Uiltec Uil, l’intesa per il rinnovo del CCNL del settore Gas-Acqua scaduto il 31 dicembre

Leggi tutto »

Tutto quello che cerchi è In...Query